P-RE-censioni - REcensioni PREsuntuose di Pietro* (*Tutto quello che avreste voluto sapere sui film del mese che noi non abbiamo avuto il coraggio di guardare) - Volume TRENTASETTE [settembre 020]

poco a poco, focolai permettendo, si sta tornando alla normalità: riaprono le scuole, finiscono le storie d'amore (a distanza) dell'estate, anche se il caldo è ancora presente, e probabilmente ci farà compagnia ancora per un pò, ma si spera che i cinema ritornino a riempirsi, soprattutto di buoni film...

Al prossimo mese (probabilmente)!
nelle puntate precedenti... cosa fare con la tua opinione


after 2 - un cuore in mille pezzi
i pezzi delle palle rotte non si possono manco contare


the conjouring - per ordine del diavolo
dal celeberrimo regista di LA LLORONA il terzo capitolo ambientato a londra: mi sembra lo stesso casino fatto con assassin's creed


il primo anno
ficarra e picone vanno all'università, in francia


le sorelle macaluso
emma dante continua a raccontare palermo e soprattutto le donne di questa meravigliosa quanto dolorosa città


il giorno sbagliato
dopo essere ingrassato russel crowe diventa un automobilista incazzato che si incazza per una cazzata


una notte al louvre: leonardo da vinci
bisogna andare al cinema per vedere un museo? nexo ci prova a distribuire arte, chissà come mai...


miss marx
"dietro ogni grande uomo..." e tante altre cazzate simili per raccontare l'ennesima donna che ha fatto la storia


la candidata ideale
regista donna che racconta la storia di una donna in una misogina arabia saudita: speriamo lo portino nei cinema della nostra arretrata e culturalmente morta città


the king's man - le origini
terzo capitolo della saga, perché ormai se non fai ALMENO una trilogia (che spesso si allunga a tetralogia sdoppiando l'ultimo capitolo) non si è felici


dreambuilders - la fabbrica dei sogni
una danese versione animata di inception, con una morale finale molto didascalica e scontata


mister link
solo per il tempo e l'amore necessari a fare un film in stop motion, merita una visione


alps
houmor nero e sofferenza: lanthimos esaspera ancor di più i sentimenti umani (nonostante la fama del regista greco, presente in italia in 1 sola sala)


break the silence: the movie
la consacrazione mondiale dei bts (ecchicazzosono?!?!?!)


mai per sempre
una pessima, quanto scontata, quanto girata male e recitata peggio, storia d'amore, amicizia, sacrificio e successo

Commenti