terzultimo capitolo...e, per pura coincidenza, mancano 15 giorni al viaggetto verso berlino...memorie di un elefante rosa, episodio quindici 
Meno di tre settimane al mio ritorno. Ho già fatto qualche esame, una materia è già ottimamente sistemata anche se devo aspettare che passi un'altra settimana (di fuoco) per finire tutti gli esami...Domenica sono stata ad una gita al mare e mi sono inscritta ad Instagram. "Meglio tardi che mai" mi hanno detto...almeno con il mezzo giusto ho qualche speranza di rimanere in contatto con qualcuno dopo questa esperienza. Le cose sembrano andare meglio in generale e anche con lui... Mi è dispiaciuto tanto aver avuto qualche momento di buio totale, di debolezza, e di rabbia quasi. Al solito, quando sto male io, spesso faccio stare male anche lui. Ma lui è sempre lì, sempre al mio fianco, a sopportare me e le mie continue montagne russe. Il mio unico punto fisso.
quando inizi a vedere l'obiettivo tutto diventa più difficile, nonostante i mesi passati lontani, l'incontro di mezzo, e la vicinanza della fine tutto sembra andare a rotoli: piccole incomprensioni diventano montagne insormontabili: il vero problema della distanza non è l'impossibilità di baciarsi o di fare l'amore: il vero problema è non potersi vedere quando si dicono certe cose, di non poter sentire l'accento messo su una frase piuttosto che su un'altra...siamo pieni di mezzi che ci permettono, in ogni istante, di condividere foto, ricordi, emozioni, messaggi, ma questo, per fortuna o purtroppo, non potrà mai sostituire il contatto umano, la possibilità di starci con quella persona, di viverci e capirla, comprenderla, amarla e odiarla, ma soprattutto conoscerla: ormai ci illudiamo, sapendo il film preferito, il segno zodiacale o qualche altra informazione superficiale, di conoscere una persona nel profondo, di poter prevedere ogni sua mossa, ogni suo pensiero, ogni suo aspetto: e invece no, nella società che profila chiunque per qualsiasi cosa noi dovremmo restare umani e cercare di conoscere una persona, provando a ricordare, a memorizzare, a far sì che quella persona continui a starci accanto, trovando pregi e difetti, cercando di enfatizzare i pregi e ridurre i difetti, in una continua lotta con sé stessi e con gli altri che porta a crescere, maturare e migliorarsi sempre...per fortuna si supera tutto, insieme

Tagged:

0 commenti :

Posta un commento

SCRIVI PURE: chiunque spara cazzate, perché non dovresti tu?

però ricorda, se devi offendere, fallo con stile!