ci siamo quasi....son gli ultimi capitoli questi...memorie di un elefante rosa, episodio quartoddici 
Manca meno di un mese, meno di quattro settimane al mio ritorno, eppure in questi giorni mi sono sentita lontana più che mai. Lontana dai miei, lontana da mia sorella che ha superato la maturità, lontana da lui. Lontana da lui più di ogni momento prima, fisicamente, mentalmente, sentimentalmente, tuttamente. In genere quando uno non si capisce con le parole nella vita di tutti i giorni può usare tutta una serie di altre cose per cercare di rimediare. Quando si è lontani no. E si continua a non capirsi. Ma lo so che il problema è mio che sono fuori, lo capisco, lo so... Io che non ho saputo vivere bene questa esperienza, neanche adesso che sta per finire. Ci provo ad essere positiva e tutto, ma mi va comunque tutto male e non riesco a condividere tutto questo con nessuno, non mi sento capita, mi sento sola a vivere tutto questo. Solo persone sconosciute attorno e persone care troppo lontane o impegnate per capire veramente cosa mi succede. E il peggio è che più mi sento sola e non capita, meno ho la forza per interagire con gli altri. Invece ho sempre più forza per stare da sola, come se mi stessi costruendo una corazza...che mi protegge ma anche mi isola dal mondo esterno. E se ciò di cui ho bisogno non c'è allora non voglio averne più bisogno, tipo. Non lo so. Forse è solo una presa di coscienza, che in fondo siamo tutti soli etc etc... Dovrei solo accettare che la vita adulta è fatta così...così.
il problema è sempre là: fare o non fare, fare così o fare pomì, e poi farlo di nuovo o non farlo... comunque sempre peggio, sempre più in ritardo l'uscita, sempre più complicato, sempre più difficile non ripetere le stesse cose: a volte si sbaglia e basta, e non ha senso né girarci intorno né trovare scuse: si è inadeguati a fare qualcosa... ci si può provare fino all'infinito, ma quando non si ha la sensibilità non la si avrà mai...
la canzone sotto me la autodedico, con la stessa presunzione, saccenza e autoconsapevolezza di Cox

Tagged:

0 commenti :

Posta un commento

SCRIVI PURE: chiunque spara cazzate, perché non dovresti tu?

però ricorda, se devi offendere, fallo con stile!