Il figlio del Maestro Mario prova a seguire le orme paterne (come ha di recente annunciato la figlia di Argento), ma il risultato è imparagonabile a quello del padre, seppur comunque un prodotto discreto



"meglio un giorno da Hunt o cento da Lauda...?"
frase rubata ad un amico, che ha visto anch'egli col padre tale pellicola, simultaneamente a me, ma in un altro cinema, 
grazie Val


visto pensando fosse un cinefumetto; dopo aver letto che non lo è, sono sempre più convinto che sia la massima espressione dei cinefumetti fin ora, secondo solo al Batman di Adam West




questo non è proprio un offtopic (questa sarebbe una serie tv), però...


un pò di buona musica per i miei amici cinefili...





avvicinandomi all'horror sto verificando di persona quanto questo genere sia disposto ad accogliere altro in sé (dalla politica alla lotta di classe, dal romanticismo all'amicizia), e permette una libertà espressiva che altri generi difficilmente riescono a dare; in questa pellicola c'è tanta politica, ma rimuovendo la politica, rimane un gran bel film d'intrattenimento...



inizio la fimografia del buon David, da quello che in molti reputano il più commerciale, e forse per questo, il meno cronenberghiano di tutti...ma da qualche parte bisogna pur cominciare, no? 


a volte bisogna dare fiducia ai registi italiani, a volte...



continuo il mio romeriano acculturamento a cazzo, ho visto prima l'ultimo, poi il terzo e ora il secondo...






Horror, zombie, western e action tutti insieme, non solo: c'è anche Wesley Snipes!!!